Design Anni 2000 - Spun Chair (2005)

Thomas Heatherwick

Spun è una seduta rotante progettata dal designer inglese Thomas Heatherwick.

Inizialmente progettata e prodotta in metallo in serie limitata, è stata successivamente realizzata in un’altra versione, stampata in rotazionale in collaborazione con Magis.

Quando la Spun Chair è in posizione verticale assume una dimensione statuaria, quando invece viene spostata dal suo baricentro diventa una seduta dinamica rotante.

Questa trottola fuori misura è tra i pezzi più originali del design contemporaneo.

È libera di oscillare e di portare con sé chi arrischia la seduta; davvero un caso unico nella storia delle sedute.

La struttura

La Spun chair comprende tutti gli elementi tipici di una sedia, anche se sembra un oggetto dalla funzionalità incerta.

Ha la forma di un rocchetto (cilindro attorno al quale si avvolge un filato) con una base a punta come le vecchie trottole in legno.

Dovessimo smembrarla avrebbe la seduta, lo schienale, i braccioli e anche le gambe. Onestamente però, l’ultima cosa che ci viene in mente di fare vedendola è di sederci dentro l’imbuto creato sul lato superiore. Eppure, lo hanno fatto in migliaia ritrovandosi d’un tratto con la schiena sdraiata nella caduta, le gambe sollevate e l’abituale prospettiva del mondo sconvolta. Giusto il tempo di aggrapparsi ai bordi e le immagini tornano al loro posto per iniziare un altro giro finché non mettiamo i piedi per terra e, finalmente rilassati, ci appoggiamo comodi nella grande ciotola. Non ci ricordiamo di una seduta capace di scatenare in un attimo il panico più autentico e una frazione di secondo dopo l’ilarità più infantile e gioiosa.

Originale, divertente e simpatica, è caratterizzata da un tratto fortemente innovativo, nonostante la forma divertente e inconsueta, l'effetto è quello di una sedia assolutamente comoda e funzionale.

— Thomas Heatherwick

Thomas Heatherwick

La creazione di una seduta partita dallo studio iniziale dei processi di filatura

Thomas Heatherwick, il designer inglese con uno studio a Londra Kings Cross in cui lavorano 250 problem solver.

Lo diverte molto raccontaRE la storia di Spun e di Magis, ed ammette di non avere immaginato che le persone potessero divertirsi così tanto.

Partendo dall’idea iniziale di esplorare i processi di filatura del metallo, è arrivato a creare una seduta.

In seguito a minuziosi esperimenti sulla geometria e l’ergonomia di una forma rotazionale, lo studio avviò il primo prototipo in alluminio che si rivelò sorprendentemente comodo.

Dopo una serie limitata di sedute in metallo, Heatherwick inizia la collaborazione con Magis per sviluppare la definitiva versione industriale in stampa rotazionale.

Il risultato è un oggetto sculturale che conquista sia gli altri designer, sia le eminenze che lo premiano con il Compasso d’Oro per avere introdotto un nuovo modo di intendere la seduta e di sedersi.

Fonti: Sbandiu | designbest