Design Anni 60 - Tube Chair (1969)

Joe Colombo

Da un tubo di plastica semirigida nasce la Tube Chair di Joe Colombo, una delle poltrone più famose degli anni 60.

Lunga 60 centimetri e con un diametro di 50 centimetri, è completamente rivestita da un tessuto colorato plastificato.

La sua struttura è anche composta da altri tubi simili di diametro inferiore.

Con appositi giunti di gomma e metallo, questi tubi si uniscono fra loro, creando poltrone alte, basse, lunghe.

Si tratta di un product design che ha sempre suscitato grande interesse soprattutto nel pubblico giovane, perché è una poltrona facilmente trasportabile e scomponibile.

Ciò trasmette senso di libertà e bellezza dello stile pop, frizzante e grintoso.

L'idea

La rivoluzione di Joe Colombo nel concetto di design

Joe Colombo ha rivoluzionato il concetto di design con la sua carica ironica mista ad una visione quasi fantascientifica.

La sua ambizione era progettare un ambiente globale che si adattasse ai bisogni momentanei dell’uomo.

Ecco perché ha realizzato una poltrona in grado di essere pratica e scomponibile.

Queste intuizioni hanno permesso a Joe Colombo di oltrepassare costantemente le barriere del tempo e ad essere immancabilmente icone attuali.

Penso che l'uso comune del termine "arredamento" riferito all'allestimento di una nuova casa o appartamento, sia oggi improprio; sarebbe meglio, per chiarezza di significato, parlare piuttosto di architettura degli interni.

— Joe Colombo

Il Progetto

La Tube Chair è uno degli oggetti più significativi della produzione di Joe Colombo.

Il Progetto prevedeva una poltrona che si adattasse alla forma del corpo e alle varie esigenze di utilizzo.

Inoltre, doveva garantire una spostamento semplice ed immediato all’interno dell’ambiente. 

Ciò permetteva a chi la utilizzava di gestire i movimenti della poltrona in totale autonomia.

La Tube Chair ha fatto la storia del design, ed oggi si trova nelle collezioni permanenti della Triennale di Milano.

Nonostante abbia più di cinquant’anni, è una poltrona ancora giovane e perfettamente al passo con i tempi.

La sua natura destrutturata, infatti, la rende sempre all’avanguardia, perché è modulare, flessibile, e soprattutto personalizzabile.

Decisamente iconica!!

Fonte: I Maestri del Design – Il Sole 24 Ore | designbest